Dal 30 novembre al 2 dicembre torna a ModenaFiere la trentaduesima edizione di 7.8.Novecento, uno degli appuntamenti più importanti - e più longevi - del settore a livello nazionale.
Per chi è a caccia del mobile o del complemento d’antiquariato e modernariato, l’appuntamento è con questo evento, conosciuto anche come il “Gran Mercato dell’Antico” che richiama visitatori, appassionati ed estimatori del passato confermando il capoluogo come “capitale dell’antico”. Infatti da oltre 30 anni la manifestazione porta in fiera circa 20mila visitatori e genera un giro d’affari stimato di un milione e 200mila euro, compreso l’indotto fatto di ospitalità, caffè e locali tipici.


Sono due gli eventi che hanno reso questa città un punto di riferimento per il settore a livello nazionale. Accanto a 7.8.Novecento, a febbraio - dal 9 al 17 febbraio il prossimo anno – c’è c’è Modenantiquaria in grado di soddisfare il pubblico più esigente alla ricerca di preziosi pezzi di alto antiquariato.

Un format eclettico
Giunta alla trentaduesima edizione e organizzata da ModenaFiere in collaborazione con l’Associazione Antiquari Modenesi, 7.8.Novecento si estende su circa 15.000 mq di esposizione articolati in due padiglioni e nel grande atrio centrale, accogliendo quasi 300 tra antiquari italiani e stranieri. Un format volutamente eclettico per un pubblico che apprezza la pluralità di proposte per tutte le tasche, dove mobili vittoriani, statue antiche, troumeau settecenteschi, gioielli d’altri tempi convivono con il modernariato più pop.
Grazie alla formula espositiva, che prevede anche momenti dedicati allo scambio tra espositori e commercianti, la manifestazione è diventata un punto di riferimento sia per gli operatori del settore che per i neofiti.
7.8.Novecento è conosciuta anche perché mostra le nuove tendenze del settore. Ad esempio al target più giovane piacciono gli arredi che vanno dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, o quelli ispirati allo shabby chic.
Accanto all’arredo, non mancano gli stand dedicati all’abbigliamento e agli accessori con un passato da raccontare tra gli stand si trovano abiti firmati, ma anche accessori e capi di abbigliamento sartoriali di pregio non griffati: tutti, però, rigorosamente vintage. 7.8.Novecento, infatti, racconta anche il periodo che va dagli anni ’20 agli anni ’80, con la moda, gli articoli da collezionismo, i profumi, gli arredi, ma anche gli oggetti d'uso quotidiano in quei decenni.


Video