Xcellent Beers: a Verona nasce un nuovo salone

Xcellent Beers
[:it]Xcellent Beers[:]

Alla 114esima Fieragricola, che si è conclusa a Verona il primo febbraio, sono state presentate le due iniziative “Olio su Tavola – I capolavori dell’extravergine” ed Xcellent Beers.

La prima è una campagna per promuovere il consumo di olio Evo presentata da Ismea e dal Mipaaf. Su questa novità è intervenuta anche il ministro Teresa Bellanova, presente a Verona: «Credo che la sfida più grande che abbiamo davanti sia quella del valore. Abbiamo più di 500 cultivar di olivo, un patrimonio di biodiversità che non ha eguali, ma che se non sfruttiamo diventa un peso. È qui che prima di tutto dobbiamo lavorare. L’alleanza con il consumatore è strategica. Abbiamo chiesto alla grande distribuzione di fare un’azione con noi e anche nella ristorazione serve più cultura dell’olio evo, dall’offerta al cliente al suo utilizzo in cucina. Dal punto di vista degli investimenti stiamo sostenendo i contratti di filiera nell’olio con 30 milioni di euro ed è stato avviato il percorso per la Commissione unica nazionale di settore per dare trasparenza nella formazione del prezzo indicativo».

Xcellent Beers è invece un nuovo salone, promosso da Veronafiere e dedicato alle produzioni brassicole artigianali nazionali e internazionali, che troverà il suo spazio all’interno di Sol&Agrifood, che si svolgerà dal 19 al 22 aprile.

Xcellent Beers si propone con un format innovativo, basato su degustazioni, formazione e momenti b2b con incoming di operatori esteri finalizzati alla scoperta e al business di un prodotto che riscuote sempre più successo sui mercati mondiali. La produzione di birra artigianale è infatti quantificata in 550mila ettolitri, pari a un terzo della filiera italiana, e conta 964 micro birrifici artigianali impegnati a salvaguardare le peculiarità produttive italiane.

Flavio Innocenzi, direttore commerciale di Veronafiere, ha sottolineato come: «Xcellent Beers risponde all’evoluzione di un settore che negli ultimi anni si è indirizzato con forza verso il recupero e la valorizzazione dell’artigianalità e del legame con il territorio di origine puntando decisamente all’eccellenza, offrendo uno strumento dove poter fare cultura del prodotto e nel contempo sviluppare contatti commerciali con i mercati di tutto il mondo».