MECSPE 2020 presenta “Fabbrica senza limiti”

MECSPE 2020
[:it]MECSPE 2020[:]

Andrà in scena a Parma dal 26 al 28 marzo MECSPE 2020, diciannovesima edizione della fiera che quest’anno presenta uno spazio progettato oltre ogni confine, per valorizzare i giovani e lo sviluppo delle loro capacità, attraverso un’esperienza ancora più dinamica, immersiva e coinvolgente.

Si tratta di “Fabbrica senza limiti”, cuore mostra di 2.000 mq nel pad. 4 ideato da MECSPE 2020 in collaborazione con Cluster Fabbrica Intelligente, per incentivare lo scambio e l’interazione di conoscenze fra aziende e giovani, e fornire una giusta corrispondenza con l’attuale conformazione degli stabilimenti 4.0.

Quest’area sarà un salto nel futuro in grado di offrire al visitatore un’esperienza dinamica e coinvolgente. Suddivise in più isole, saranno trattate le tematiche più avanzate, attraverso il supporto delle imprese coinvolte. Quindi spazio per gamification, Iot, realtà aumentata e virtuale, cloud manufacturing, digital twin, 5G e Big data, simulazione, wearable device, additive manufacturing, cobotica e intelligenza artificiale. Sinergie e contaminazioni, in un processo di reciproco scambio di informazioni e di competenze pratiche tra la persona e la macchina, al fine di una completa immersione nelle caratteristiche della fabbrica digitale.

L’impegno di MECSPE 2020 non finisce qui. Infatti, con il premio “Innovazione robotica e automazione”, rivolto ad aziende, startup, università e centri di ricerca che si sono distinti per la creazione di applicazioni caratterizzate da un alto tasso di eccellenza e d’impatto, si darà un riconoscimento concreto per la migliore applicazione innovativa nel ramo della robotica e dell’automazione. Verranno assegnati dalla giuria, composta dal Comitato Tecnico Scientifico nominato dalla rivista Automazione Integrata, premi nelle quattro ì categorie:ì Technology-driven innovation, Business model innovation, Alliance model innovation e Horizons.

Altro importante momento per MECSPE 2020, il Premio di Laurea TMP, dell’associazione italiana dei Tecnici delle Materie Plastiche che, in collaborazione con la rivista Plastix, sarà assegnato alle migliori tesi di laurea di giovani studenti, che avranno esaminato e analizzato il settore della plastica dal punto di vista della sostenibilità, del riciclo e della progettazione. Infine, per premiare le aziende espositrici che si sono distinte nell’ambito delle soluzioni 4.0 adottate con successo, la rivista Industrie 4.0 riproporrà il premio “Award 4.0”.

Con il progetto “Blue is the new green”, nell’area Progettazione e Design, Materioteca invece, MECSPE 2020 darà la possibilità di assistere alla capacità delle imprese di prendere spunto dalla natura, dove non esistono né scarti né rifiuti perché ogni residuo di un processo diviene materia prima per un altro processo di un grande ciclo ambientale. Economia circolare, bio-based e di sintesi, e tutte le tecnologie e i sistemi che ne facilitano l’operatività saranno al centro di quest’area.

Organizzata da Senaf, MECSPE 2020 è l’ultima che si svolgerà nel quartiere fieristico di Parma, prima del suo spostamento a Bologna nel 2021.