Rete FARE: il sistema fieristico bresciano gode di ottima salute

Brixia Forum ha presentato anche lo stato lo stato di salute, il programma e le azioni future della Rete Fare, il sistema fieristico locale dislocato a Brescia e nella sua provincia.

La Rete FARE, istituita a settembre 2018, presenta dati confortanti. Ottima la risposta del pubblico ed alta la fiducia da parte degli espositori. Una offerta fieristica di alta gamma e un sistema logistico di livello assoluto sono alla base dell’ottima salute di cui gode sistema fieristico locale dislocato a Brescia e nella sua provincia.

Gli obiettivi di Rete FARE, che ha messo in sinergia collaborativa le 7 eccellenze del sistema fieristico della città e della provincia, sono chiari. 

Sostenere le imprese nei percorsi di promozione e ricerca di nuovi sbocchi di mercato locale, nazionale e internazionale. Valorizzare il sistema produttivo del territorio bresciano. Offrire location attrezzate per eventi culturali, congressuali, di spettacolo e musicali. Il tutto intercettando la domanda di servizi di ricettività turistica scaturenti dagli eventi organizzati. 

Per Rete FARE è essenziale condividere il programma degli eventi organizzati ed ospitati da ciascun soggetto aderente evitando sovrapposizioni per manifestazioni del medesimo settore merceologico.

Gli aderenti sono impegnati nella realizzazione di iniziative innovative di informazione, formazione e servizi alle imprese, progettazione iniziative di comunicazione coordinata fra i soggetti.

Giovanna Prandini – Presidente Pro tempore della Rete FARE, Presidente ProBrixia e Vice Presidente Centro  Fiera del Garda di Montichia
“La Rete FARE nasce dal desiderio di superare lo storico dualismo fra le due Fiere di Brescia e Montichiari promuovendo il dialogo, cogliendo le opportunità del mercato in modo strategico, senza concorrenza sleale e nell’interesse delle imprese dell’intera provincia. Coerente con questo percorso è la scelta di includere nel percorso di collaborazione anche altre importanti realtà di territorio, oggi insieme a noi e a Bresciatourism per rendere sempre più attrattiva la proposta non solo fieristica, ma anche turistica collegata alla presenza dei visitatori ed espositori”