Regione Lombardia, per le fiere un bando da 710.000 euro

Regione Lombardia, l’assessore Alessandro Mattinzoli ricorda che è in corso il bando da 710.000 euro per sostenere l’intero sistema lombardo di fiere.
La Regione Lombardia si dimostra una volta in più molto sensibile, nel sostenere le attività e le iniziativà del territorio. In questa circostanza è l’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli, a delineare i contorni del bando da ben 710.000 euro, creato per sostenere il sistema fieristico lombardo.
Questo quando dichiarato dall’ l’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli
Possono presentare domanda soggetti organizzatori di manifestazioni fieristiche in Lombardia oppure
soggetti proprietari e/o gestori di quartieri fieristici lombardi riconosciuti. Quattro le aree di intervento.

Si va dalle nuove manifestazioni fieristiche alla promozione e sviluppo delle manifestazioni, dallo sviluppo delle capacità aziendali alla promozione del territorio. In questo modo diamo il preciso segnale di volere continuare a promuovere un sistema strategico per l’economia. Si moltiplicano così opportunità per le imprese e i territori.
Come ricordato dall’assessore, possono essere presentati progetti individuali da parte di un singolo operatore fieristico, così come progetti cooperativi, introdotti da più soggetti. La cooperazione non deve necessariamente essere formalizzata (quindi non per forza si richiede la creazione di soggetti ad hoc, come consorzi o società).
Ricordiamo anche che i contributi erogati da Regione Lombardia sono a fondo perduto e vengono erogati a saldo in unica soluzione. per i progetti individuali si arriva a un massimo di 40% della spesa ammissibile fino a 35 mila euro, per i progetti di cooperazione non formalizzata si arriva al 50% della spesa ammissibile fino a 50 mila euro. Nel caso di progetti di cooperazione formalizzata il livello si alza al 60% della spesa ammissibile fino a 80 mila euro.
Questo interessante contributo va in scena ormai dal 2014, e ad oggi sono stati finanziato oltre 100 progetti, destinatari di circa 4,5 milioni di euro.
Infine, ricordiamo la scadenza: le domande vanno infatti inoltrate esclusivamente tramite posta certificata, entro il 28 gennaio 2019

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*